Skip to content

Primitiva

Venere di Mata, Ħaġar Qim (Ph. C. Baldini)

Primitiva

 

(Non si finisce mai di cadere dal nido)

 

Madre di terracotta, morbida
al ventre piegato se questo è
il volere di un dio, credere voglio.
Ma sono primitiva, rodo la pelle
e scarto pellicce
e mastico il crudo
e taglio d’amigdala un ramo.
Mi proteggo e scopro il fuoco.
Nella nostra paura ricomincio, da capo.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 7 followers: